Il tasso (o saggio) di interesse

Il tasso (o saggio) di interesse


Il tasso (o saggio) di interesse
L’interesse da pagare per un mutuo è espresso in percentuale annua. Per esempio, se la somma prestata è di 100 mila euro a un interesse annuo del 5%, il primo anno la banca maturerebbe il diritto a guadagnare 5 mila euro sul prestito concesso (oltre alla restituzione dei 100 mila euro anticipati).

Per i prestiti di lunga durata, come i mutui, si applica però il principio dell’ “interesse composto”. Il concetto è che anche gli interessi maturati dalla banca (e non restituiti attraverso le rate pagate), maturano interessi, allo stesso tasso. Quindi, riferendosi all’esempio qui sopra, dal secondo anno in poi si pagherà di fatto un interesse maggiore al 5%.

Il calcolo, per chi non è competente, può essere complicato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


consulenza_catastale
consulenza_notarile
consulenza_mutui
consulenza_legale